E-learning Blog

Come realizzare un webinar coinvolgente

Pubblicato da Teleskill Italia | 30/Nov/2018

Il webinar può essere uno strumento coinvolgente per il tuo pubblico e per centrare i tuoi obiettivi. 14 punti per organizzarlo al meglio.

Il webinar è uno strumento sempre più utilizzato anche per chi desidera proporre dei prodotti o per il coinvolgimento di nuovi clienti. In questi anni, l’evoluzione dei gusti del pubblico e la trasformazione digitale della società hanno permesso al webinar di superare i confini della formazione online e di abbracciare le finalità più diverse: aggiornamento di reti e filiali, promozione, informazione, customer care e tanto altro ancora.

Le finalità dunque possono essere differenti, ma quello che non deve cambiare è il carattere coinvolgente del webinar, la capacità di catturare l’attenzione del pubblico e di convincerlo a partecipare a call to action o ad altri obiettivi aziendali.

Ma come creare un webinar davvero coinvolgente? Ecco una lista di 14 accorgimenti da scoprire.

  1. Definire l’obiettivo. Obiettivi vaghi portano a risultati vaghi. Per questo prima di intraprendere un webinar occorre fare una riflessione attenta sull’obiettivo da raggiungere, definirlo il più possibile, circoscriverlo, in modo da rendere più facile il suo raggiungimento.
  2. Focalizzarsi su un unico tema. Il tema del webinar deve essere specifico, da argomentare in modo dettagliato. Questo aumenterà l’interesse del webinar e attrarrà il pubblico più pertinente agli obiettivi. Anche nel caso che il pubblico sia già consolidato, ad esempio lista di filiali presenti sul territorio, il tema specifico manterrà più alta l’attenzione dei partecipanti.
  3. Scegliere il format migliore per il webinar. Prima di cominciare è importante decidere, in base all’argomento, qual è il format migliore per il tuo webinar. Occorre comprendere, quindi, se deve avere uno o più relatori, organizzare in modo corretto le slide, oppure decidere se deve essere una tavola rotonda o un confronto tra due relatori con schermo diviso in due. Questo influenzerà molto la tipologia del tuo webinar e il suo impatto sui partecipanti.
  4. Preparare il set del webinar. Può sembrare un consiglio banale, ma molti webinar sono carenti proprio su questi temi. Verificare sfondi, luci, inquadrature, corretta posizione delle casse e del microfono, valutare che tipo di microfono usare… sono tutti accorgimenti indispensabili a creare un webinar coinvolgente e di successo.
  5. Scrivere in modo dettagliato ciò che occorre argomentare Anche se conosci molto bene l’argomento, non è sempre facile parlare davanti a un pubblico. Avere a disposizione la tua scaletta (che è una cosa diversa dal tuo slide share) sarà un grande punto di forza e ti permetterà di catturare a ogni passaggio l’attenzione dei partecipanti.
  6. Preparare una presentazione interessante. Le slide piene di testo sono spesso noiose. Utilizza delle slide con immagini coinvolgenti e arricchiscile tu con gli argomenti della scaletta (vedi punto precedente). Se ti è di aiuto, mostra anche dei brevi video in modo da aumentare il mix di contenuti delle slides.
  7. Usare la piattaforma webinar più adatta ai tuoi contenuti. In base ai punti precedenti è subito chiaro che l’applicazione webinar che userai dovrà soddisfare una serie di requisiti. Permettere l’interattività, essere fruibile da ogni dispositivo, favorire il coinvolgimento, permettere di condividere documenti di ogni tipo, favorire il lavoro collaborativo… sono solo alcuni dei requisiti che possono contribuire al successo del tuo webinar. Teleskill live webinar è la piattaforma creata in modo specifico per il webinar con moltissime utili funzioni, facili da usare, per creare il webinar più adatto ai tuoi obiettivi. È stata giudicata dalla rivista indipendente Capterra tra i 20 migliori software per webinar al mondo. Inoltre è dotata di strumenti per la certificazione della formazione online come il riconoscimento biometrico, il machine learning e l’integrazione in blockchain.
  8. Curare la comunicazione del webinar. Comunicare vuol dire anche, e soprattutto, informare. Per questo la comunicazione resta un’attività centrale dei tuoi webinar. Con il pannello di gestione di Teleskill live webinar puoi inviare e-mail di invito, altre di save the date, altre ancora per ricordare l’appuntamento agli utenti registrati. Oppure per segnalare che il webinar è stato registrato ed è disponibile alla visione. A questo accompagna un’attività di blog post e di condivisione dell’evento sui social media. Dato che l’essere umano desidera solo ciò che vede, non esitare a “far vedere” la tua offerta di webinar.
  9. Mantenere alta l’attenzione dei partecipanti. Il tempo di attenzione di un pubblico medio si aggira intorno a 10 minuti, ma gli utenti dei webinar ne hanno ancora meno. Sono liberi di distrarsi con altri schermi, notifiche dei social e altro ancora. È importante quindi essere sintetici e favorire il più possibile l’interattività della platea con inviti a intervenire in video se lo desiderano, o sondaggi, o test, a cui rispondere. Il tono del tuo speech deve essere amichevole e spontaneo, lontano dalla lezione accademica e bandito dalle formalità di un convegno.
  10. Offrire la possibilità di dare un feed back ai partecipanti. Se davvero vuoi coinvolgere i partecipanti è fondamentale che tu li renda protagonisti. Bisogna quindi invitarli il più possibile a intervenire in audio, in video o tramite la chat e alla fine del webinar chiedere cosa gli è piaciuto di più o cosa intendono approfondire. Ascoltare il tuo pubblico è importantissimo per organizzare il prossimo evento.
  11. Creare un set di webinar. A volte può essere utile fare un primo webinar di introduzione e aggiungerne altri per sviluppare l’argomento. In genere, le persone apprezzano la serialità e gli appuntamenti prefissati, proprio come accade per le fiction tv.
  12. Utilizzare sistemi di riconoscimento biometrico durante il webinar. Il riconoscimento biometrico consente di identificare univocamente un utente che partecipa al webinar. Questo è molto utile per il coinvolgimento, perché una volta accertata l’identità, è possibile distribuire incentivi per validare le sue preferenze in caso di marketing, o per validare i risultati formativi, o ancora per il voto online.
  13. Utilizzare sistemi di machine learning applicati al webinar. Il machine learning servirà anche in ambito marketing a capire se una funzionalità di un prodotto/servizio, genera interesse, noia, dubbi o altro. Il machine learning associato al riconoscimento biometrico permetterà presto, attraverso meccanismi di behavioural analysis, di ottenere feed back sul livello di interesse verso il webinar o verso un prodotto o una funzionalità presentata con il webinar, ma anche altri dati interessanti come il livello di attenzione, o al contrario di noia. Questo può aiutarti a comprendere meglio i punti di forza di un prodotto, o del webinar stesso, e darti indicazioni utili da rendere operative.
  14. Dotarsi di un assistente per il webinar. Se i relatori sono diversi, ma anche per concentrarti di più sulla tua scaletta e i relativi contenuti, potrebbe esserti di aiuto avere un assistente durante il webinar che si preoccupi che tutto vada per il meglio e gestisca richieste di supporto tecnico da parte degli utenti collegati. In Teleskill forniamo di frequente questo servizio di “conference manager”, e l’abbiamo integrato con molte altre potenzialità. Il servizio Teleskill Training Angel offre il supporto anche nelle fasi preliminari del webinar: identificazione degli obiettivi, comunicazione, calendarizzazione, email di invito. Questo significa poter lavorare affiancati da esperti prima del webinar e predisporre il tutto perché l’evento centri i suoi obiettivi. Il servizio continua con l’assistenza tecnica e il supporto durante il webinar e prosegue durante e dopo con l’analisi dei dati di tracciamento, dei sondaggi, dei test e, se occorre con l’invio email di follow up.

    Contattaci

    Presto il consenso al trattamento per finalità di informazione commerciale secondo l’informativa

COMMENTI