E-learning Blog

6 strumenti per un progetto e-learning in diretta davvero efficace

Pubblicato da Teleskill Italia | 08/Lug/2021

Gli ultimi 12 mesi hanno visto una crescita esponenziale dell’e-learning. Stiamo parlando del mercato in più in rapido sviluppo nel settore dell’istruzione e della formazione aziendale, con una crescita pari al 900% dal 2000 ad oggi. Le ragioni di questo successo sono molteplici, alcune anche ovvie dato il contesto attuale. In questo scenario un trend emerge sopra tutti gli altri: la sempre maggior diffusione della formazione online in diretta, anche chiamata e-learning in diretta o sincrona. In questo articolo approfondiamo strumenti per rendere la formazione online in diretta davvero efficace.

E-learning in diretta. Cos’è.

Si tratta di una sessione online in cui si condivide una lezione, o un aggiornamento, con gli utenti collegati contemporaneamente al relatore. Di norma si può condividere slides, schermo relatore e interagire con i partecipanti in audio o in video o tramite chat.

Spesso quando si parla di webinar o aula virtuale si utilizza anche il termine “formazione sincrona”. Questo serve per distinguerla dalla formazione asincrona, che caratterizza tutti quei casi in cui il discente trova la lezione già registrata o una serie di slides commentate, ma in cui non partecipa direttamente alla lezione.

Il vantaggio di essere collegato in diretta con il docente e i colleghi è ovviamente quello di una maggiore interattività e coinvolgimento, unito al piacere di “vivere” la lezione mentre si svolge, in un processo di comunità (la classe) e attivando tante dinamiche molto utili all’apprendimento come il peer learning e l’informal learning.

Ma in vantaggi non sono solo per chi deve formarsi. Esistono anche molte motivazioni per la formazione sincrona online che vanno a tutto vantaggio del docente.

In una classe reale, numerosa o meno, può essere complicato per un docente monitorare ogni studente, valutarne l’attenzione, la learning retention, le qualità e i talenti del singolo. Un grande patrimonio d’informazioni che invece l’e-learning in diretta realizza e mette a disposizione del formatore.

Con la formazione sincrona tramite Teleskill live webinar è possibile:

  • avere la certezza che l’utente abbia seguito la lezione ;
  • avere riscontro che l’utente abbia appreso una buona percentuale delle nozioni condivise (learning retention), attraverso compilazione di sondaggi, test, quiz, colloqui in diretta;
  • avere certezza che a un nome utente e a una mail corrisponda una persona reale e proprio quella persona;
  • a seguito dei punti precedenti validare la formazione, anche verso terzi.

La persona al centro del processo formativo.

Perché tutto funzioni correttamente, come abbiamo scritto in moltissimi articoli, occorre porre la persona al centro del progetto formativo. Bisogna appassionare il discente e stimolarlo usando più strumenti possibili. In una diretta webinar, il corso diventa maggiormente interattivo, perché si può dialogare replicando dinamiche di comunicazione e di apprendimento dell’aula fisica. Occorre però utilizzare sempre software che presentano funzionalità specifiche per la formazione, come ad esempio Teleskill live webinar, rinnovato nella veste grafica e in alcuni tool studiati appositamente per una formazione di successo.

1. Strumenti di interattività con il relatore

Assistere a una lezione come se fosse “dal vivo” dipende in gran parte da quante opzioni esistono per dialogare con i colleghi e con il relatore. Per aumentare il coinvolgimento occorre quindi offrire la più ampia possibilità di interazione. In Teleskill live webinar questa interazione è massima, non solo grazie alla chat interna, o alla possibilità di commentare o far domande sia in audio che in video, ma anche con strumenti come il tasto alzata di mano, il tasto like che simula l’annuire di un discente che sta seguendo la lezione e perfino una apposita finestra “domande di approfondimento”, che offre al relatore la possibilità di rispondere con rapidità, ma anche di avere un feed back immediato sull’interesse dei partecipanti.

2. Questionari e sondaggi durante il webinar

Durante la diretta si possono condividere sondaggi sul tema della lezione e i risultati possono essere mostrati in tempo reale in forma numerica, ma anche grafica. Un altro modo per stimolare e valutare la platea è la diffusione di questionari. Si possono diffondere scadenzati durante la sessione oppure multipli, impostando il tempo massimo di risposta per ogni domanda e con l’avanzamento automatico delle domande del singolo questionario, ad esempio per sostenere un test finale.

 

3. Varietà dei contenuti

Interessare i partecipanti è più semplice se non li costringiamo a 50 minuti di ascolto di una “talking head” per usare un gergo caro agli americani. Occorre quindi variare i momenti della sessione in diretta, alternando slide, video, condivisione schermo o condividendo dei video.

 

 

4. Registrazione del webinar per successivi “ripassi” degli argomenti

La possibilità di registrare il webinar risulta molto comoda per agevolare i discenti nel poter rivivere gli argomenti in un tempo successivo. Con Teleskill live webinar è molto semplice registrare la sessione in diretta, con in più la scelta del lay out e le finestre da mantenere nel video finale. Si possono ad esempio escludere le domande al relatore o la chat dei partecipanti. Con altrettanta facilità il video può essere trasformato in un contenuto compatibile con la piattaforma e-learning.

 

5. Breakout room per sessioni collaborative in piccoli gruppi e project work

Un quinto modo per aumentare il coinvolgimento e l’efficacia dell’apprendimento può essere svolto dal separare i partecipanti in piccoli gruppi collegati da affinità o finalità comuni. Le breakout room disponibili in Teleskill live webinar servono proprio a questo. La creazione di sottogruppi permette attività collaborative, gare tra team diversi, approfondimento di un tema dedicati solo a chi ne ha davvero bisogno, team building e project work.

 

6. Dati di tracciamento per comprendere sempre meglio i bisogni dell’utente e i risultati formativi

I dati di tracciamento offrono informazioni utili non solo sulle risposte ai questionari o ai sondaggi, ma anche sul livello di partecipazione del singolo utente. Il tracciamento può così offrire un ulteriore livello di interpretazione dell’efficacia del webinar e quindi della learning retention degli argomenti condivisi.

Sono anche estremamente utili per creare piani didattici su misura della classe o del singolo e permettono attività di follow up mirate sul livello di partecipazione, fornendo suggerimenti da mettere in pratica per il webinar successivo.

Contattaci

Presto il consenso al trattamento dei dati per finalità di informazione commerciale secondo l’informativa

 

COMMENTI